La PGD del I° Corpo Polare

La PGD del I° Corpo Polare

La PGD del I° Corpo Polare

Pgd I e II corpo polare

Pgd I e II corpo polare

 

 

 

 

 

 

 

 Il Corpo polare

Il prelievo del corpo polare avviene per via tangenziale previa apertura della

zona con il laser

La Icsi avviene successivamente o fresco o dopo congelamento.

Gli ovociti in telofase vanno persi perché il fuso meiotico dell’ovocita viene estirpato insieme al corpo polare viene fatta passando attraverso il foro nella zona pellucida deffettuato.

Corpo polare

corpo polare

Prelievo del Blastomero

Il prelievo del blastomero avviene inserendo una pipetta da biospia attraverso un foro della zona pellucida effettuato con il laser.
Prima di cominciare si orienta l’embrione in modo da identificare il blastomero da prelevare al cui interno sia visibile il nucleo.
Si cerca inoltre una zona con lo spazio perivitellino un po’ più largo per avere maggiore facilità di movimento della pipetta senza rischiare di danneggiare le restanti cellule dell’embrioneI vantaggi di questa tecnica rispetto alla biopsia del primo corpo polare sono quelli di poter vedere le anomalie genetiche sia di origine materna che paterna.I limiti sono che la biopsia a livello dell’embrione può alterare le capacità di impianto dello stesso.Inoltre  la diagnosi genetica potrebbe non essere corretta perché a questo stadio è molto presente un fenomeno detto mosaicismo(contemporanea presenza di linee cellulari con corredo cromosomico differente)

Blastomero

 

 La PGD della blastocisti

La PGD della blastocisti

La PGD della blastocisti


 

Corpo Polare

Pgd I e II corpo polare

Pgd I e II corpo polare


VANTAGGI: Non ha nessun ruolo nel futuro sviluppo embrionale

SVANTAGGI: Il contributo paterno non viene analizzato

Nei cicli di PGS non è possibile evidenziare le aneuploidie derivanti dalla seconda divisione meiotica che hanno una frequenza  maggiore del 50% che possono essere diagnosticate solo dopo biopsia sequenziale del 2 corpo polare.

 

Biopsia del primo corpo polare e malattie monogeniche

  • L’analisi del primo corpo polare si basa sul fatto  che esso rappresenta specularmente il dna contenuto nell’ovicta. In assenza del crossing over, il primo corpo polare risulterà omozigote per l’allele che non è contenuto nell’ovocita. Cosìche se il corpo polare è affetto l’ovocita è sano e viceversa.
  • Se però avviene il crossingo over, dalla sola analisi del primo corpo polare non sarà possibile predire il genotipo dell’ovocita perché esso sarà eterozigote per il gene analizzato.
  • Tali ovociti sono detti RICOMBINANTI  e non possono essere utilizzati a meno di non fecondarli e ripetere una PGD sugli embrioni da essi derivati.
  • La frequenza del crossing over varia in funzione della distanza tra il centromero e il locus analizzato: più il locus è lontano è maggiore è attesa la percentuale di ovociti ricombinanti (fino a un massimo del 50% /60% per I genitelomerici)
  • some potentialgoodoocytes are lost due tocrossing-over.
  • Recessive carrier’s identification
  • Problema per gliovo crossing-over
  • In aggiunta possibili no result (sia per ovoche per emb) dovuti a scarsa quantità di DNA

 

corpo polare

Il prelievo del corpo polare

Indicazione clinica per 21 PCGD Dic 2007 – Gen 2009

Indicazione Clinica PGD

Indicazione Clinica PGD

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Approfondisci: Blastomero